John Lewis sospende il click and collect e Waitrose vieta gli acquirenti senza mascherine

JOHN Lewis ha sospeso il servizio 'click and collect' per incoraggiare gli acquirenti a rimanere a casa.

Arriva quando i ministri prendono in considerazione la possibilità di vietare a tutti i negozi non essenziali di offrire il servizio durante il terzo blocco nazionale inglese.

⚠️ Leggi il nostro blog live sul coronavirus per le ultime notizie e aggiornamenti





1

John Lewis è il primo grande rivenditore a sospendere il servizio click and collectCredito: AFP o licenziatari

Gli ordini effettuati online dopo la chiusura delle attività oggi saranno disponibili solo per la consegna a domicilio o per il ritiro presso i negozi Waitrose designati.



Se hai già effettuato un ordine, potrai ritirarlo presso la filiale designata come previsto.

John Lewis ha affermato di essere 'conscio della crescente necessità di rimuovere i motivi per i viaggi non essenziali' e di aiutare a incoraggiare il pubblico a rimanere a casa.

Il suo negozio di alimentari partner Waitrose è diventato anche l'ultimo supermercato ad annunciare il divieto per i clienti di entrare nei negozi senza mascherina.



Tesco, Morrisons e Sainsbury's hanno già detto che inaspriranno le regole sui rivestimenti per il viso nei negozi.

Nei prossimi giorni saranno posizionati dei marshal agli ingressi di tutti i negozi Waitrose per garantire che tutti gli acquirenti indossino una maschera facciale, a meno che non siano esenti dal punto di vista medico.

Agli acquirenti sprovvisti verrà offerta una mascherina monouso in modo che possano continuare a fare acquisti.

Coloro che si rifiuteranno di indossarne uno non potranno entrare in negozio.

I commissari incoraggeranno inoltre i clienti a fare acquisti da soli e i gruppi non saranno ammessi insieme.

Anche il personale dovrà indossare una mascherina al lavoro anche se è seduto dietro schermi protettivi in ​​perspex.

John Lewis sospenderà anche i suoi servizi e le installazioni a domicilio per i nuovi clienti.

Tutte le prenotazioni esistenti verranno onorate dove il cliente desidera ancora procedere, altrimenti dovranno essere riorganizzate.

Andrew Murphy, direttore esecutivo delle operazioni, ha dichiarato: 'Abbiamo ascoltato con attenzione il chiaro cambiamento di tono e enfasi delle opinioni e delle informazioni condivise dai governi del Regno Unito negli ultimi giorni.

'Mentre riconosciamo che i dettagli delle linee guida formali non sono cambiati, riteniamo che sia giusto per noi - e nel migliore interesse dei nostri partner e clienti - adottare misure proattive per migliorare ulteriormente la nostra sicurezza contro il Covid e le relative politiche operative.

'Insistendo sull'uso di rivestimenti per il viso, al di là delle misure di distanziamento sociale già in atto, miriamo a rendere i nostri negozi ancora più sicuri per i clienti'.

Clicca e ritira è attualmente consentito sotto la guida di blocco del governo ed è diventato un modo per i rivenditori e i ristoranti non essenziali di continuare a fare trading.

Ma sono state sollevate preoccupazioni per i gruppi che si riuniscono per i loro articoli.

Il ministro dei vaccini Nadhim Zahawi ieri ha avvertito che c'era un nuovo giro di vite sulle carte, poiché i casi di coronavirus continuano a salire alle stelle nonostante le regole draconiane e l'ordine di rimanere a casa.

Ikea click and collect 'caos' vede la polizia chiamata mentre i conducenti sono bloccati in code di tre ore in mezzo agli arretrati degli acquisti online